A Calangianus torna il Drop Out Festival: Cyberpunkers sotto i riflettori!

Dopo il successo di Drop Town nel centro di Calangianus, sabato 23 dicembre 2017 torna il Drop Out Festival. Il luogo prediletto come da tradizione è sempre il Padiglione Fieristico in periferia (gentilmente concesso dal Comune di Calangianus)!

Già negli scorsi anni l’evento – il più grande fra tutti gli eventi di musica elettronica del Nord Sardegna al di fuori delle discoteche – aveva avuto modo di affermarsi e di crescere sotto ogni aspetto, a partire dall’organizzazione dello stesso per arrivare alla notorietà acquisita! Più aumenta il successo e più grandi sono i nomi dei protagonisti del Drop Out che i ragazzi di Crazy Rec. & The Family riescono ad ingaggiare. Nelle scorse edizioni artisti come Promise Land, Marnik, Simon De Jano e Madwill (SDJM) avevano dominato le masse all’interno del Padiglione. Quest’anno i protagonisti saranno i Cyberpunkers – duo elettronico composto dai DJs Kencode e Skinfake – noti sicuramente agli amanti del genere per il loro successo europeo, guadagnato già dai primi anni della carriera a partire dal 2006, ma non solo, anche chi mastica poco di musica elettronica ne avrà sentito parlare almeno una volta nella vita, grazie anche alle collaborazioni con artisti di fama internazionale. Uno fra questi è certamente Salmo, da tutti conosciuto come il rapper sardo che ha portato la sua musica prima oltre le frontiere sarde e in seguito oltre lo stivale. Quello di portare i Cyberpunkers all’interno del mondo Drop Out, è stato il sogno degli organizzatori fin dalla prima edizione e ora che i tempi sono maturi hanno saputo cogliere l’occasione. I ragazzi di Crazy Rec. & The Family ci dicono che questo non sarebbe stato così semplice se non fosse stato per l’amicizia e la collaborazione nata con Fabio Even e Matteo Verre (Ambra Night, Ripping), artisti ormai affermati nella scena locale e non solo. I due infatti suoneranno insieme in questa edizione sotto il nome di JUSTID. Altri artisti che contribuiranno a dare spessore a questa edizione del Drop Out saranno Trasko e Viky (Luna Glam Club), due nomi ormai più che noti per gli appassionati della nightlife. Lo stesso vale per Keita Sato, producer giapponese ormai insediato a Londra, una novità estera che farà sicuramente divertire gli spettatori, così come Alessio di Napoli e Andrea Scanu, veterani del Drop Out insieme a Derix che chiuderà la serata con frequenze drum and bass. Il tema onnipresente è quello delle connessioni, come l’amicizia e il sostegno, che sono i fattori più importanti per la riuscita di un evento di questa portata. Le connessioni sono anche i legami che si creano all’interno del Drop Out, come il rapporto che si crea fra chi suona e il pubblico, che alle vibrazioni generate dal sound degli artisti risponde con ancora più feedback. Sono proprio queste vibrazioni positive che rimangono impresse nella memoria di chi vive questa esperienza. Anche quest’anno non fatevelo raccontare!